Rosalba Miceli

Paesaggio sonoro

 

Laureatasi alla Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori di Trieste – lingue inglese, tedesco e olandese – proprio con una tesi sul paesaggio sonoro, ha vissuto qualche anno a Bruxelles dove ha prestato servizio come traduttrice al Comitato Economico e Sociale Europeo. Dopo un anno di studi economici alla Vrije Universiteit Brussel, entra in Banca d’Italia, prendendo servizio a Como, dove vive dal 1994.
Da sempre appassionata di musica polifonica, ha preso parte, sin dai tempi dell’università, a diverse formazioni corali dilettantistiche. Da due anni partecipa regolarmente ai corsi e seminari che si tengono a Milano ad opera dell’Associazione corale Aenigma, sotto la direzione del M° Antonio Eros Negri. La formazione linguistica e la passione per la musica sono alla base di alcune collaborazioni intrattenute sia con l’Updim – quali la traduzione, insieme a Donatella Manara, di un importante trattato medievale di musica – sia al convegno sul paesaggio sonoro tenutosi a Firenze nel 2014, presso il quale è stata presentata una rielaborazione della tesi di laurea “La categorizzazione linguistica del paesaggio sonoro”, un’analisi sull’arbitrarietà del linguaggio partendo dall’universo acustico.