Soundscapes & Sound Identities

Siamo lieti di segnalare questa importante iniziativa dedicata al Paesaggio sonoro che si terrà dal 22 al 24 maggio 2015 al Castello di Beseno – Besenello (Trento). Grazie al lavoro di Rosalba Miceli abbiamo avviato anche all’Updim di Como dei seminari dedicati a questi temi e, come lo scorso anno, seguiremo questo simposio internazionale.


Per ulteriori informazioni qui il sito della manifestazione


7th international FKL symposium on soundscape 
CASTELLO DI BESENO, Besenello (TN), ITALY
22-24 Maggio 2015

Symposium, concertsInstallations and videos
at Castello di Beseno


Soundscapes & Sound identities” è il settimo simposio internazionale sul paesaggio sonoro indetto da FKL (Forum Klanglandschaft).
Il simposio è ospitato nell’ambito del festival Portobeseno 2015.

Esiste senza dubbio un’identità sonora dei luoghi, pur laddove, per gli aspetti di omologazione sempre più diffusa nel mondo contemporaneo, essi finiscono per essere dei “non luoghi”: l’identità sonora può apparire standardizzata, massificata, ma non per questo assente.
Il termine “clima acustico” è spesso impiegato in fisica ambientale per definire i parametri e dei valori quantitativi che caratterizzano un ambiente sonoro, pertanto questo concetto ci riporta inevitabilmente all’idea di identità di un ambiente per i suoi aspetti misurabili e codificati.
La bioacustica e l’ecologia si occupano, fra le altre cose, di come l’ambiente sonoro, le peculiari emissioni sonore e caratteristiche uditive, delle specie viventi rappresentano l’identità della specie, in quale modo coesistono e convivono tra loro.
Da parte loro le scienze umane (antropologia, storia, sociologia, etnomusicologia) indagano le varie pratiche di comunicazione sonora che possono caratterizzare un territorio, un gruppo sociale, un periodo storico, o una prospettiva temporale anche futura, e qui entra in gioco il modo in cui l’essere umano si mette in relazione con altri individui e con l’ambiente, in che modo esso rappresenta la propria identità attraverso i suoni che produce o che ascolta.
Infine le forme sonore di rappresentazione dell’io e della collettività, di cui la musica e l’arte, insieme all’architettura e all’ingegneria elettroacustica si occupano a loro volta, comportano inevitabilmente, talvolta in modo implicito, un confronto con il tema dell’identità, declinandolo nei modi più diversi.
Se esiste un’identità sonora esiste per qualcuno che la sente come tale. Parlare dell’identità significa dunque parlare dell’ascoltatore oltre ché di ciò che produce il suono o ne influenza la propagazione (si consideri la dimensione aurale dell’architettura e degli effetti sonori). Il concetto di identità, e di identità sonora in particolare, può essere inteso come una dimensione presente e vitale nelle problematiche di coesistenza, di convivenza e di conflitto, tra gruppi umani diversi, tra esseri viventi appartenenti a specie diverse, tra gli esseri viventi e il mondo naturale, quindi come problema o come forma di ecologia in atto.
Quali sono per noi gli aspetti che conferiscono ad un contesto un’identità sonora, o quando siamo in grado di parlarne? Esistono suoni, pratiche, contesti particolarmente indentitari e perché?
La varietà di forme sonore dell’identità costituisce ciò che soltanto in un senso macroscopico o meglio macro-acustico è possibile pensare come identità del paesaggio sonoro.
Gli incontri del simposio internazionale FKL vogliono essere un’occasione per confrontarsi su questi temi, per stimolare la riflessione e per dialogare all’interno della comunità acustica nel tentativo di esplicitare, o di condividere per quanto è possibile le basi sulle quali costruiamo le nostre idee, e le attribuzioni di qualità identitarie in relazione ai contesti sonori che abitiamo o che ci circondano.


Il Forum Klanglandschaft (FKL) – Forum per il paesaggio sonoro è una associazione europea che vuole fungere da piattaforma di contatto tra persone provenienti dalle discipline più diverse che si occupano del paesaggio sonoro e degli spazi acustici.
Il FKL è nato in seguito all’impulso dato dal World Forum for Acoustic Ecology WFAE (Vancouver, B.C.) costituitosi nel 1993 sulla base delle ricerche svolte negli anni 70. Il FKL e un’associazione senza scopo di lucro, è aperto a tutti coloro che sono interessati all’ascolto e alla gestione responsabile dell’ambiente acustico.
FKL organizza ogni due anni in una diversa città di Europa il suo convegno.